Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2019

Mancanze a Natale.

Voi che non ci siete.
Chissà se vi incontrate,
se siete allo stesso appuntamento,
se vi siete persi
per vicoli malinconici...
Se parlate tra di voi...
Voi che non ci siete, che mancate,
persi, lontani, sempre altrove.
Voi che non ci siete,
chissà se vi incontrate.
Perché io ho smesso da tempo
di incontrarvi.
E voi, voi che non ci siete
mancate di più.
A Natale, il lunedì, il sabato,
nel freddo e nei giorni stanchi.
Voi che volate nei pensieri
e non fate sentire il rumore dei passi
avete familiarizzato con i miei
difetti nascosti,
con gli scheletri nell'armadio
e con i fantasmi.
Fortunatamente non siete soli,
ma tutti insieme in un gruppo di assenze
che solo così riesco a classificare
e, cuore permettendo, a lasciare andare.

LuNa pubblica i suoi allievi. Marilù e la scrittura.

La calamita. Quell'irrefrenabile voglia
di restare quando sono qui. Guardo le foglie che cadono. Ascolto il vento che ha qualcosa da dirmi. Chiudo gli occhi: ricordo. Una pace mi pervade. Il silenzio mi circonda. Mi sento protetta dalla natura e dal suo mantello colorato.


La forza dell' amicizia. "Pronto?": una voce dall' altra parte risponde. Ho bisogno di te: mi mancano la tua forza e il tuo coraggio nell'affrontare la vita.  Stai in ascolto, mi rincuori, mi fai ridere, mi togli ogni perplessità, mi rassicuri. Anche da lontano arriva quel raggio di sole a scaldarmi il cuore. ...Quel messaggio d'amore sincero  che valica ogni frontiera. Ti sento. Respiro l'aria che tu respiri. Mi stai trasmettendo energia positiva, mentre ti ascolto. Ti immagino come un folletto nei boschi che saltella qua e là alla ricerca della pietra magica.
Maria Luisa Mocci - Marilù Pensieri poetici.

Lasciamo andare questo autunno.

Come farò? A ritrovarti per caso tra le foglie d’autunno, a scoprirti tra i vestiti non piegati, a ricordarmi delle nostre abitudini… Come farò? Ad assaggiare le lacrime mentre sorrido, a colorare faticose giornate da digerire, a sentire altre braccia toccarmi… Come farò? Ci sono note lasciate, odori svaniti ed emozioni vivide sepolte da qualche parte ed io non trovo il coraggio di dire a me stessa… Come farò?